La libertà. Quella vera

Giorni fa, commentando con una persona che stimo molto in campo abbigliamento e affini il video poco sopra, mi sono avventurato in una discussione molto piacevole il cui titolo sarebbe benissimo potuto essere: Riflessione critica sull’incommensurabile grandezza dei gloriosi Anni ’80.

Praticamente la tesi era questa: negli Anni ’80 la libertà personale giunse a livelli mai conosciuti prima d’allora anche, e soprattutto, grazie all’abbigliamento tipico di quel periodo. Il fatto è che la moda del tempo seppur abbastanza rigida per quel che riguardava le scelte stilistiche a cui omologarsi (prima fra tutte l’apparire, il farsi notare, il non passare inosservati grazie a un qualche accessorio che solo pochi eletti possedevano)  lasciava l’individuo sostanzialmente libero di vestirsi un po’ come cazzo gli pareva, e di farlo con estrema comodità per vivere in maniera più rilassata possibile la propria vita e il proprio rapporto con il mondo e la realtà circostante.

Negli Anni ’80 potevi andare in giro vestito con un pigiama e nessuno se ne sarebbe mai accorto. Anzi, qualora qualcuno l’avesse mai notato saresti passato per un grandissimo figo alla moda. Il Pigiama: la comodità della tua camera da letto in ogni situazione e ogni volta che vuoi senza l’inconveniente di essere additato ed emarginato perchè un disadattato sociale.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...